PALEO E ARCHEOASTRONOMIA:

 

Ricerche su orientamenti della Pieve dei Santi Cornelio e Cipriano di Codiponte

 

La pieve era nominata in antico “plebs sancti Cipriani in capite pontis”. La prima menzione si ha in documento dell’anno 793. La pieve è ricchissima di simbologia, riconducibile ai Templari. In particolare il portale laterale, forse dapprima in facciata, presenta la raffigurazione di più facce, simbolo della confraternita. Alcuni copricapo sembrano appartenere alla tradizione della Mesoamerica, e potrebbero dimostrare come già i Templari navigassero l’oceano Atlantico per impossessarsi dell’argento presente in quelle terre. Questa ipotesi viene ormai presentata da più autori. Significativa è la sua adozione nel testo “America: una rotta templare” scritto dallo storico della scienza Umberto Bartocci , docente all’Università di Perugia. All’interno, nei capitelli, una ricca decorazione che richiama il principio dualistico del corpo e dello spirito, dell’immanente e del trascendente. L’osservazione degli orientamenti della pieve e delle sue tre monofore si rende necessaria per una comparazione con gli orientamenti della chiesa di San Cipriano di Beverino (si veda lo studio specifico).
La posizione geografica, rilevata con il GPS, fornisce le seguenti coordinate:
Latitudine 44° 11’ 41” N - Longitudine 10° 08’ 54” Est - elevazione 425 piedi.

Coincidenze.
Emerge quindi una prima coincidenza con la stessa elevazione rilevata in San Cipriano di Beverino (piedi 425).
Un’altra coincidenza si trova nel dato dell’orientamento della cortina di ponente, misurato con la bussola in 69°, così come già rilevato a San Cipriano di Beverino.
Entrando all’interno della pieve, l’orientamento della monofora centrale è stato rilevato con la bussola in 72°, così come rilevato nella chiesa di San Cipriano di Beverino.

Altre misurazioni
La misurazione degli angoli delle monofore, effettuate all’esterno, hanno dato i seguenti risultati: Monofora centrale = 252° contro i 262° dell’analoga misura di Beverino (errore = -10°);
Monofora di levante = 296° contro i 298° dell’analoga misura di Beverino (errore = - 2°);
Monofora di ponente = 209° contro i 215° dell’analoga misura di Beverino (errore = - 6°).
A San Cipriano di Codiponte è stato possibile effettuare delle misure dell’orientamento delle monofore e della finestra di facciata dall’interno. I risultati sono stati i seguenti:
- Monofora centrale = 72° dall’interno - 252° dall’esterno (errore = 180° = 0°) - Monofora di levante = 111° dall’interno -296° dall’esterno (errore = 185° = 5°) - Monofora di ponente = 29° dall’interno - 209° dall’esterno (errore = 180° = 0°) - Finestra bifora di facciata = 242° dall’interno - 252° monofora centrale (errore = -10°). La misurazione dell’angolo di orientamento della facciata è stato di 341° a San Cipriano di Codiponte, contro i 343° misurati a San Cipriano di Beverino (errore = -2°)
La misurazione dell’orientamento della cortina di levante di San Cipriano di Codiponte è stata di 248°, pressoché simile all’orientamento della cortina di levante di San Cipriano di Beverino, unica cortina misurabile, risultata di 249° (errore = -1°).

Prime considerazioni.
Dai confronti delle misurazioni effettuate con la stessa bussola emerge una prima serie di esatte coincidenze (elevazione, orientamento della cortina ed orientamento della monofora centrale). Emerge quindi una buona similitudine con l’orientamento della facciate delle due chiese (differenza di 2°). Si deve notare come tutte le misure effettuate in Codiponte o siano eguali o presentino una tendenza negativa (misure inferiori) rispetto alle analoghe misure effettuate in Beverino. Ciò potrebbe essere spiegato analizzando la carta “The Magnetic Field of Italy - Long Wavelength Anomalies” di Berti G. e Pinna E. - 1986, S.E.L.C.A., Florence, in cui il territorio di Beverino appare compreso nella fascia di “Negative Anomalies” 0 – 50 Nt (Nanotesla), mentre il territorio di Codiponte appare compreso nella fascia da 100 a 200 Nt.
Emerge quindi una certa similitudine nelle misure degli orientamenti delle tre monofore, misure che sono certamente affette da diversi tipi di errore, in quanto tutte stimate su una bisettrice non tracciata, ma soltanto immaginata dall’osservatore.Si deve inoltre notare che mentre per San Cipriano di Codiponte si può disporre di due serie di misure, una interna ed una esterna, per San Cipriano di Beverino si può disporre di una sola misura, fatta dall’esterno (questo per quanto riguarda la serie di misure rilevate con la bussola). Per Beverino è stato possibile invece effettuare già due misurazioni astronomiche, relative alla monofora centrale ed alla monofora di levante, che, pur nella difficoltà di determinare una bisettrice disponendo di poca lunghezza di muro, hanno permesso una miglior affidabilità di rilevazione.

Tabelle di confronto delle monofore

Località Monofora centrale Monofora levante Monofora ponente

Beverino (bussola) 262° = 72° 298° = 118° 215° = 35°

Beverino (astronomica) 79.9° 119° manca

Codiponte (bussola-est.) 252° 296° 209°

Codiponte (bussola-int.) 72° 111° 29°

Tabella di confronto del corpo dell’edificio

Località Cortina di levante Cortina di ponente Facciata

Beverino(bussola) 249° = 69° non possibile 343°

Beverino(astronomica) 74.8° non possibile manca

Codiponte(bussola) 248° 245° 341°

Prime conclusioni.

Da questa prima comparazione dei dati emerge una sostanziale similitudine fra gli orientamenti del corpo degli edifici delle due chiese e altrettanta similitudine per l’orientamento delle monofore centrale delle due absidi. Ciò induce a continuare le ricerche, sia verso altre chiese dedicate a San Cipriano, sia applicando le rilevazioni astronomiche alla pieve di Codiponte.Rimane da spiegare il legame fra la dedicazione a San Cipriano e l’orientamento della cortina laterale al tramonto del Sole nella festa dedicata a San Crispino.

 

-Immagine 1: Pieve di Codiponte - capitello con sirena bicaudata. Si noti la presentazione del sesso.

 


-Immagine 2: Codiponte - "seme della vita" (rosa a sei petali) in architrave di finestra del palazzo contiguo alla pieve (Magione dei Templari?)

 


-Immagine 3: Codiponte - finestre arciere nel palazzo contiguo alla pieve dedicata ai Santi Cornelio e Cipriano.