GALLERIA FOTOGRAFICA SUL DOLMEN DEL MONTE FREDDONE, NELLE ALPI APUANE.

 

Nelle Alpi Apuane, alle pendici del Monte Freddone, un monte interno, è stato scoperto dal giovane Iann di Clemente un dolmen che può essere definito il più bel dolmen d’Italia. La scoperta è stata casuale ed il giovane ne ha informato un gruppo di amici, Luisa Collorafi, Marco Girlando e Lorenzo Pecunia, il fotografo del gruppo, che ha realizzato immagini stupende della struttura. Questi giovani, iniziati ai valori dell’archeoastronomia, hanno ritenuto che il dolmen fosse orientato e mi hanno informato per la validazione della scoperta.
É stato così possibile fare l’osservazione all’equinozio, e il Sole è tramontato sulla cima del Monte Altissimo. Si noti che, oltre all’allineamento astronomico, vi è anche l’allineamento geografico con le cime del Monte Ronchi e dell’Altissimo, per cui si deve ipotizzare che l’allineamento possa aver avuto un significato doppiamente sacrale, a similitudine di quanto avviene per il Monviso (mons a soli visu) da parte degli antichi Liguri. Il dolmen è posizionato a 42:02:53,6 N – 10:17:03 E con elevazione di metri 1353 s.l.m..

 

Leggi anche l'articolo presentato al Convegno S.I.A. di Bologna nel 2011 dal Prof. Enrico Calzolari.

 

 

La struttura dolmenica del Monte Freddone, nelle Alpi Apuane.
La veduta del Monte Corchia dal Monte Freddone.
La struttura dolmenica del Monte Freddone e sullo sfondo, in direzione equinoziale, i Monti Ronchi e Altissimo (foto di Lorenzo Pecunia).
L'interno della struttura dolmenica del Freddone con, a destra, il puntale di zeppatura a garanzia di sicurezza della statiticità (foto di Lorenzo Pecunia).
Particolare dell'interno della struttura dolmenica del Freddone.
La luce del Sole, al tramonto equinoziale, vista da dentro la struttura (foto E. Calzolari).
Il Sole equinoziale si appresta a tramontare dietro il Monte Altissimo (foto E. Calzolari).
Nella foto di Enrico Calzolari il  Sole equinoziale si appresta a sorgere da dietro il Monte Altissimo delle Alpi Apuane (etimologia accadica da apu = alto).
Il Sole equinoziale, visto dall'interno della struttura dolmenica, si appresta a tramontare dietro il Monte Altissimo (foto E. Calzolari).
Il piccolo sperone di roccia sottostante la struttura dolmenica dimostra le difficoltà ambientali superate dagli antichi costruttori. Nell'immagine il fotografo Paolo Maggiani appassionato delle Apuane, in contemplazione dei profondi panorami. (foto di Cesare Dell'Amico).
Nella foto di Enrico Calzolari la struttura dolmenica vista dal basso (lato occidentale).
Il Sole equinoziale inizia a penetrare l'interno della struttura (foto E. Calzolari).
Il Sole equinoziale che penetra l'interno della struttura, visto dalla pietra di zeppatura (foto E. Calzolari).
L'interno della struttura dolmenica, orientato in equinoziale. (foto di Lorenzo Pecunia).
Poiché alcuni mettono in dubbio che il dolmen del Freddone sia stato fatto
dall'uomo, si mostra come appare il falso dolmen o meglio lo pseudo dolmen
del Freddone, che potrebbe anche essere da definire come un tolven, cioè una
tavola caduta o slittata naturalmente su due pietre a punta.
La posizione del vero dolmen del Freddone non avrebbe potuto consentire la
caduta di un grande pietrone perché non è dominata da una parte elevata.